La storia

La nostra storia nasce nel 2002 quando Massimo Pasquetti rimane affascinato da alcuni ettari di terra a Belvedere di Suvereto e ne diventa proprietario.

Nel 2003 vengono piantati i primi vigneti di Sangiovese, mentre nel 2004 le prime vigne di Cabernet.

La storia dei Mandorli nasce da una famiglia con un’attenzione costante verso il rispetto della terra e dei metodi di coltivazione di questa. | leggi tutto

La storia

Poco lavoro di cantina

La cantina è un luogo di attesa, secondo noi ci si deve lavorare meno possibile.
I procedimenti di correzione oggi ritenuti indispensabili a noi non servono.
Non usiamo enzimi, lieviti, né concentrati.
Le temperature sono affidate solo al microclima della cantina.

Il vino sta nel legno per poco tempo rispetto agli standard (per evitare la cessione di aromatici).
Poi passa in botti vetrificate e prosegue l’invecchiamento in bottiglia. | leggi tutto

Poco lavoro di cantina

Vini

Profumo, colore e gusto riflettono il suolo e la vinificazione naturale.

Vigna alla Sughera. Sangiovese in purezza:
Gusto compatto, maturo, tondeggiante con una nota di sottile dolcezza; retrogusto minerale molto lungo. Profumo netto, pulito. | leggi tutto

Vigna al mare Cabernet in purezza:
Gusto di equilibrio perfetto, avvolge il palato in un ovatta calda e vellutata, con sfumature speziate di rara complessità. | leggi tutto

Vini