Storia

In Continua evoluzione
La nostra storia nasce nel 2002 quando Massimo Pasquetti rimane affascinato da alcuni ettari di  terra a Belvedere di Suvereto e ne diventa proprietario. Nel 2003 vengono piantati i primi vigneti di Sangiovese nella parte a  nord-est, mentre nel 2004  a sud-est,  le prime vigne  di Cabernet. La presenza e l’esperienza di Andrea Bargiacchi, esperto “vignaiolo” legato all’agricoltura biologica-dinamica, ci ha accompagnato fin dall’inizio del nostro percorso.Oggi la nostra realtà agricola ha ampliato di circa 2 ettari i propri impianti con nuove  vigne di Cabernet esposte verso il mare, posizionate ad anfiteatro per raccogliere i raggi del sole dell’intera giornata, e nuovi innesti Sangiovese e Aleatico su viti di Malvasia di Brindisi. Infine una piccola parte di Vermentino Corso è entrato a far parte dei nostri vigneti.La storia dei Mandorli non nasce da una famiglia con origini agricole tramandata  nel tempo, ma da una famiglia con un’attenzione costante  verso il rispetto della terra e dei metodi di coltivazione di questa. Nasce  da una sensibilità verso  un tipo di agricoltura  in generale che ha il compito di tutelare e salvaguardare il territorio, ma  nasce anche da persone  che si stupiscono ancora davanti alla vitalità e alla forza  che la natura offre. Il nostro vino rappresenta un’espressione della terra , di quel preciso territorio con determinate caratteristiche, diventando un tramite tra la terra e l’uomo.

il territorio

 

 

 

 

Vigna I Mandorli

e-mail: info@vignaimandorli.it

Il borgo è antico, a due chilometri dal centro vinicolo di Suvereto, tra mare e monti in una zona collinare poco abitata dall’uomo, ricca di sughere e di ulivi.

mappa | visione satellitare


Seguici su facebook